domenica, dicembre 03, 2006

Le belle e le bestie

Se qualcosa può succedere, in una qualche parte del mondo, allora può succedere a Manhattan.
Colpiti dal meraviglioso gioco di luci, suoni e colori visto di fronte al Rockfeller Center, che abbiamo registrato in un filmato e postato per voi la settimana scorsa, oggi siamo partiti par fare un giro e vedere un'altra cosa del genere che fanno a Grand Central Terminal, una delle stazioni di interscambio di Manhattan. Il giro si è un po' allungato, dovevamo fare alcune altre cose, Nick ha preteso una lunga pausa al mercato natalizio di Union Square e alla fine ci siamo trovati a Times Square verso le 6, con un'ottima registrazione dello spettacolo di Grand Central Terminal (magari lo posteremo i prossimi giorni, ma non è bello come l'altro). E mentre eravamo lì di passaggio, Nick se ne esce con un "Perché non diamo un'occhiata se ci sono biglietti scontati per un musical di Broadway, magari un classico Disney?". Signori... c'erano!!! Non "un" classico, ma "il" classico: tre biglietti al 50% per "La bella e la bestia". Dico "tre biglietti" perché abbiamo subito telefonato a Christian che da Brooklin si è fiondato a Broadway per vedere lo spettacolo con noi. Ora, dovete sapere che questo musical è il più longevo attualmente rappresentato a Broadway, va in scena ogni giorno, ininterrottamente dal 1994, e un motivo c'è!

Prima della rappresentazione avevamo un'ora di tempo (già, i biglietti erano al 50% perché erano last-minute), quindi ci siamo fermati ad un fast food a mangiare qualcosa. Di fianco a Nick (la bella) si è seduto un soggetto incredibile (la bestia) che fischiava dietro ai camerieri, parlava da solo e mangiava in una maniera disgustosa. Perdonate la volgarità, ma Paul stava pensando "Ci manca solo che ora si giri e le faccia un rutto in faccia". Signori... l'ha fatto!!! Davvero! Non riuscivamo a crederci. Non siamo nemmeno riusciti ad arrabbiarci, quando questo, candidamente, ci ha detto "Ooops, sorry!". Non è stata una bella esperienza, no davvero, ma noi avevamo un asso nella manica, tre fantastici biglietti, quindi ci siamo alzati e siamo andati a goderci lo spettacolo.

Signori... che spettacolo!!! Certo, si sa, i musical sono sempre coinvolgenti, si sa, la Disney è una fabbrica di sogni impareggiabile, e, soprattutto, si sa, Broadway...
Ma per quanto ci potessimo aspettare prima, siamo rimasti a bocca aperta. Mai visto nulla di simile. Nemmeno il "Notre Dame" di Cocciante, nemmeno il "Forza venite gente" dei Pappafichi. Sono state tre ore in cui abbiamo vissuto tutti dentro la favola.

Tale as old as time
tune as old as song
Beauty and the Beast


P&N

4 commenti:

mae ha detto...

Dev'essere sicuramente stato bellissimo, le vostre parole trasmettono entusiamo. Complimenti .. e grazie, è come fare un salto a NY :))
Rimango sempre molto sbalordita, sconti per i biglietti di un muscal di Broadway ... incredibile :))
Ora ... non è che beccate pure i ragazzi di "saranno famosi" che ballano per strada ... vero? :D

Marci ha detto...

Quasi quasi mi viene da piangere! Se penso a tutte le volte che ci abbiamo provato nel periodo di tempo che ero lì con voi senza MAI trovare il fantasma di un solo biglietto di un musical decente! A quanto leggo dev'essere stato sublime. Me ne rallegro. Vorrà dire che la prossima volta si va di "Mary Poppins" senza scuse!

Coppa ha detto...

Che spettacolo deve essere stato il musical... Per quanto riguarda invece la vostra "esperienza" precedente qua basta invitare a cena Eugenio per "godere" di certe performance! :-)

Ale

Licia ha detto...

il vostro racconto è sicuramente emozionante anche per una come me che dei musical terrebbe solo le parti non cantate :-D

ps: complimenti alla Nico per l'eleganza