domenica, ottobre 08, 2006

Viva l'Italia!

Domani l'America festeggia il Columbus Day, e anche sua maestà l'Empire state Building si è vestito del tricolore. Con questa immagine patriottica è finito il nostro week-end, ma andiamo con ordine, e cominciamo dall'inizio.

Ieri pomeriggio siamo andati, finalmente, al Metropolitan. Per farlo ci siamo aggregati ad una gita organizzata dall'International House; in questo modo una ragazza che praticamente "ci vive" ci ha dato alcune buone dritte. La più utile in termini economici è stata farci notare che i prezzi al pubblico dei biglietti sono solo "suggeriti", ma in realtà si entra a offerta libera, e tutti gli studenti versano solo qualche spiccio. Inoltre, ci ha fatto sapere che, anche se non è scritto da nessuna parte, gli studenti della Columbia entrano automaticamente gratis, mostrando la tessera. In questo modo, anziché pagare 20$ a testa, io e la Nico siamo entrati con un dollaro in due. L'aspetto che ci ha colpito di più è stata la varietà delle opere esposte. Noi italiani siamo abituati a musei veramente impressionanti, come qualità e quantità, ma non avevamo mai visto nulla paragonabile al Met in termini di varietà. Si passa da Renoir ad una collezione sterminata di armature medievali, dal Kouros, alle installazioni di avanguardia, dai reperti greci, alla ricostruzione di ambienti tipici cinesi per poterne vivere il culto della casa. Abbiamo potuto approfittare anche di una visita guidata, infatti ce ne sono di gratuite ad orari stabiliti per tutta la giornata e con percorsi differenziati. Noi abbiamo seguito il tour degli "highlights" del museo. A dire la verità, ci è sembrato che non possiedano veramente tantissime opere di quelle che non possono mancare in ogni libro di storia dell'arte (per questo contiamo di più sul MOMA) ma amici più esperti ci hanno garantito che vagando con più calma per le mille sale del museo, si possono avere sorprese molto interessanti. Abbiamo anche apprezzato il tentativo di creare ambientazioni all'interno del museo: in Europa i musei sono solitamente ospitati in meravigliosi palazzi antichi che non possono essere modificati, qui non hanno la stessa fortuna, ma hanno il vantaggio di poter modificare gli interni per renderli più adatti possibile al contenuto. Per questo le varie aree del museo sono allestite in maniera consona alla provenienza delle opere che vi sono esposte, e ciò spesso è molto suggestivo.

Dopo il museo, abbiamo raggiunto gli altri ragazzi della Parrocchia per una cena nella canonica. La cena è stata molto piacevole, ed è stata caratterizzata da due importanti rivelazioni. La prima riguarda Paolo ed ha saputo sorprendere e far morir dal ridere tutti gli altri, ma ancora non possiamo rendervene partecipi, dovrete stare sulle spine ancora un paio di settimane prima di prenderlo in giro anche voi! La seconda, invece, riguarda la Nico: tutti, dopo la cena, parlavano fra di loro, e si raccontavano a vicenda quanto fosse buona la cheese-cake. Solo dopo un po', abbiamo capito che la "cheese-cake" in questione, era in realtà la torta che aveva portato la Nico. Anche in questo caso, senza nemmeno rendercene conto, li abbiamo sfidati sul loro campo... e li abbiamo stracciati!

Oggi, ci siamo svegliati e ci siamo accorti che era veramente una giornata magnifica Abbiamo quindi mandato all'aria tutti i programmi che avevamo e dopo la Messa ci siamo catapultati al mare, anzi, all'Oceano! Siamo andati a Long Beach, ci siamo riposati, abbiamo visto tante casine che farebbero gola alla Gio', tanti surfisti, tanti gabbiani (non come i nostri, come quelli che si vedono nei cartoni Disney) e abbiamo pensato con un bel po' di nostalgia che al di là di tutta quell'acqua c'è l'Europa...
Durante il viaggio di ritorno, ci siamo accorti che l'Empire ci faceva onore, allora abbiamo fatto tappa per un paio di foto. Domani, infatti, è l'anniversario dell'approdo delle tre caravelle, ed è quasi una festa nazionale. Probabilmente ci sarà anche una parata e cercheremo di prendervi parte (lavoro permettendo). La Nico starà a casa, perché la sua scuola è chiusa.

E voi cosa avete fatto questo week-end? Sapete che i blog vivono più dei commenti che dei post? Perché non ci raccontate un po' quello che fate?

Ciao a tutti,
P&N

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, sono Luciano.
In Parrocchia ci sono novità: Giovedì scorso sono iniziati i lavori per la costruzione della Casa della Carità. Hanno già demolito i vecchi spogliatoi, e venerdì iniziato lo scavo. Questa mattina lo scavo è già a buon punto, una bella voragine, e stanno segnando in terra le lineee delle colonne e delle travi di collegamento. Ci manca un Ingegnere Civile che possa dare qualche supporto, sono certo che se eri a casa avresti dato la tua disponibilità, come sempre hai fatto per le attività della Caritas.
Quanto al resto, ho fatto i complimenti a Piccio per la rapida soluzione del quiz (non sapeva ancora che aveva azzeccto la soluzione giusta). Dal tuo commento in voce, non ho capito quale era l'aiuto grosso di cui parlavi: in quel momento ho visto solo il passaggio di un autobus.
Vi auguro un buon soggiorno, e leggo sempre con piacere il vostro "diario", per il quale suppongo che rubiate ore al sonno, dato che vi vedo tanto impegnati tra scuola e parrocchia locale.
Ciao da tutta la mia famiglia a te a e Nico.

PB ha detto...

L'aiuto era che la cifra delle decine di secondi non arrivava fino a 9, ma solo fino a 5, e al "59" scoccava il nuovo minuto. Questo faceva capire che c'era qualcosa in numerazione sesagesimale, e non decimale, e cio' mi sembrava un bell'aiuto.

P

CI ha detto...

CIAO ALLORA RIPASSO IO SUL VOSTRO BLOG RACCONTANDOVI CHE A CESENA QUESTO SABATO C'E'STATA LA NOTTE BIANCA IL COMUNE HA ORGANIZZATO DIVERSI "EVENTI" MUSICALI, C'ERANO ARTISTI DI STRADA GIOCOLIERI, GENTE IN COSTUME MEDIEVALE, STAND GASTRONOMICI DI VARI PAESI DEL MONDO E REGIONI D'ITALIA, GRUPPI MUSICALI DI DIVERSO GENERE, FUOCHI D'ARTIFICIO ALLA ROCCA..SIAMO RIMASTI UN PO' DELUSI PERCHE' C'ERANO TANTE COSE DA VEDERE E TANTE PERSONE E L'ORGANIZZAZIONE HA LASCIATO UN PO' A DESIDERARE...VOLEVO ANCHE DIRVI CHE MERCOLEDI' PARTONO DELLE MIE COLLEGHE E VENGONO A NYC PER LAVORO..CHE TEMPO FA QUESTA SETTIMANA? LE INVIDIO DA MATTI PENSATE CHE BELLO SE POTESSI VENIRE IO A SALUTARVI...A PROPOSITO STO METTENDO DA PARTE I SOLDINI PER VENIRE A FEBBRAIO NON PRENDETE IMPEGNI...VI ABBRACCIO FORTISSIMO BACI CI

Daniela ha detto...

ciao Americani, evviva anche noi grazie a voi abbiamo visto l'oceano,delle gran belle foto, e voi sorridenti e felici. Non vi stancate troppo e Paolo mi raccomando non portarla sempre a fare shopping. Qui a Cesena tutto bene vi salutano tutti anche gente che non pensavo che vi conoseva.ciao

Marci ha detto...

Il "Met" è sicuramente una favola e un posto assolutamente da visitare per chi va a NYC, ma posso fare il guastafeste solo una volta? Io ho trovato davvero di cattivo gusto il tempio egiziano espropriato dal suo posto e ricostruito sotto una cupola di vetro, anche se fa molto scena e nessuno se lo aspetta!

mae ha detto...

Aggiungo la mia sulla notte bianca ...
per me è stata bellissima, forse perchè mi aspettavo molta meno organizzazione (ho avuto una pessima esperienza a Bertinoro), a mio parere la festa è riuscita più che bene.

Anonimo ha detto...

ciao Nico e Paolo come state? sono la Michela Pittaro volrvo farvi un saluto e dirvi che vi penso e spero di ttuo cuore che stiate bene... ma da quello che leggo sembra proprio di si e ne sono davvero felice.
vi abbraccio forte

luciano ha detto...

Spero che tra qualche giorno tutti i visitatori e ospiti del vostro blog possano vedere le foto della Casa della Carità che sta nascendo, direttamente nel sito della Parrocchia di S. Egidio.
Ciao.